Ora in onda

THE NATIONAL - FAKE EMPIRE

Maltempo, il nubifragio della scorsa notte ha creato disagi soprattutto a Strugnano

15. 10. 2014 14:46


Notevoli i disagi ma anche gravi danni per la violenta ondata di maltempo che la scorsa notte ha colpito la fascia costiera della Slovenia, in particolare i comuni di Pirano e Isola.

 

di Alberto Cernaz

 

Già partendo da Capodistria si possono osservare i danni alle barche ormeggiate lungo il torrente Cornalunga. Viaggiando verso Isola abbiamo attraversato strade allagate al limite della percorribilità. Appena superata l'altura del Belvedere la viabile porta ancora i segni di una serie di smottamenti. La terra e i sassi sono stati rimossi dall'asfalto, ma ai lati sono rimaste delle voragini. E' a Strugnano però che il violento nubifragio ha provocato i danni maggiori. Tutte le tredici case della parte bassa del paese sono rimaste allagate. Il professor Alceo Cobalti è stato svegliato nel cuore della notte dai pompieri. "Noi dormivamo in primo piano. Ad un tratto sento battere forte il portone; siamo andati alla finestra e ci gridano 'Siete pieni d'acqua!'". In effetti lo studio ed il salotto al pianoterra di casa Cobalti, come quelle vicine - negozio compreso - erano già mezzo metro sott'acqua. Sono intervenuti i Vigili del fuoco con le pompe e poi bisognava salvare il salvabile e rimuovere il fango. E pensare che il sistema di scolo delle acque piovane era stato rinnovato non più di un anno fa. Chiediamo al residente Gianfranco Giassi: è solo colpa della natura o anche errore umano? "Assolutamente l'uomo poteva fare qualcosa, specialmente dopo il rinnovo del centro di Strugnano. Bisogna fare uno scolo con tubi tre volte più grandi di quelli che sono stati messi". Proseguiamo verso Portorose. Al passo di Valletta, altri smottamenti, mucchi di terra e sassi spostati ai bordi della strada. Verso Sicciole, all'altezza dell'aeroporto, l'acqua si è ritirata dal manto stradale ma tutto attorno, la campagna è un acquitrino.

 

Strada allagata a Isola