Ora in onda

CONTENUTO VERBALE

Edit: licenziamenti in vista

15. 04. 2016 15:20


Difficile la situazione alla casa editrice EDIT. L’azineda si dibatte in una grave crisi finanziaria. Le casse sono vuote, martedì il quotidiano "La voce del popolo” è passato da 32 a 24 pagine, ma la mannaia dei tagli potrebbe non fermarsi qui.

 

 

Il direttore Errol Superina, nel corso della nostra trasmissione "Il vaso di Pandora", ha annunciato dolorosi tagli: “Si profila uno scenario drammatico. La settimana prossima predisporrò già una lista di licenziamenti che coinvolgerà forse anche la metà del personale. (…) Si passerà ad una forte riduzione degli stipendi ed al blocco completo della stampa dei manuali scolastici. (…) Temo che siamo prossimi ad abbassare la saracinesca. (…) In questi ultimi due anni, dopo che ho rilevato l’Edit dalla precedente gestione, siamo riusciti a rimettere la casa editrice nelle condizioni di funzionare normalmente. Fossimo stati ammessi alla 250/90 (i finanziamenti per la stampa estera n.d.r) oggi avremmo chiuso in pareggio”.  

Gli spazi di manovra sembrano quasi non esserci più, stando almeno a quanto rileva il presidente della Giunta esecutiva di Unione Italiana Maurizio Tremul:   “Noi (Unione Italiana n.d.r.) abbiamo prestato dei fondi all’Edit per circa 150.000 euro. (…) Non abbiamo possibilità più di fare altri crediti. (…) C’è da fare una serie di azioni che vadano a cercare di aumentare le entrate e le risorse (…) ma da altra parte ci deve essere una azione che vada a diminuire i costi. (…) C’era stato un impegno all’inizio della gestione Silvio Forza (…) di ridurre il personale da 77 dipendenti ad una cinquantina, poi lui li ha portati a quasi 110. Adesso bisogna tornare indietro”.  

 

Le dichiarazioni integrali di Errol Superina e Maurizio Tremul sono disponibili al link: http://4d.rtvslo.si/arhiv/il-vaso-di-pandora/174400077

 

@stefanolusa