Ora in onda

BON JOVI - ALWAYS

Scuola: la Lorenzin annuncia il vaccino obbligatorio

12. 05. 2017 09:43


Polemiche in Italia per la proposta del ministro della salute Beatrice Lorenzin di rendere obbligatori i vaccini per chi iscrive i propri figli alle scuole elementari, in modo da rendere più alta la copertura vaccinale. Provvedimenti di questo tipo, per esempio per l’accesso agli asili nido, sono stati già assunti autonomamente da alcune regioni.

 

di Barbara Costamagna  

 

“Ho pronto un testo di legge che prevede l’obbligatorietà delle vaccinazioni per l’accesso alla scuola dell’obbligo”, questo l’annuncio del Ministro della salute Beatrice Lorenzin alla trasmissione “Night Tabloid”. Secondo la ministra il testo avrebbe dovuto essere discusso oggi al Consiglio dei Ministri, ma fonti di Palazzo Chigi hanno smentito che sia in programma la discussione sull’obbligatorietà dei vaccini. Il Ministro d’altronde ha precisato che si tratta solamente dell’inizio di un confronto sulla legge, che dovrebbe essere varata con la collaborazione con il Ministro dell’istruzione Valeria Fedeli, che ha detto di temere che in nome del diritto alla salute venga leso il diritto all’istruzione. Un testo che secondo la Lorenzin risponde alla necessità di avere norme uniche in tutta Italia visto che le regioni si stanno muovendo in ordine sparso. E una sentenza della Corte costituzionale relativa al vicino Friuli Venezia Giulia potrà probabilmente fare da apri pista alla legge. Lo scorso 21 aprile, infatti, il Consiglio di Stato ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata da due famiglie contro la sentenza del Tar del Friuli Venezia Giulia, che aveva confermato la validità della delibera del Consiglio Comunale di Trieste, che ha introdotto l'obbligo delle vaccinazioni per l'accesso ai nidi e alle scuole dell'infanzia comunali e convenzionate. Nell'ordinanza, il Consiglio di Stato ha riconosciuto che la tutela della salute in età prescolare prevale sulle responsabilità genitoriali.