Ora in onda

CONTENUTO VERBALE

Arriva l'Italicum bis

12. 05. 2017 10:16


Martedì prossimo ci sarà il primo verdetto sulla nuova proposta di legge elettorale che prevede il proporzionale e il premio di lista al 40%. Favorevoli Forza Italia e Cinque stelle mentre i democratici vorrebbero un modello più simile al sistema tedesco.

 

 

di Barbara Costamagna

 

 

Un Italicum bis, ossia l’estensione al Senato della legge elettorale della Camera come modificata dalla Consulta. Questo il testo della legge presentata alla Camera dal relatore Andrea Mazziotti che estende al Senato il premio di maggioranza alla lista che riesce ad ottenere il 40% con soglia di sbarramento del 3% per ambo le Camere. Una condizione che non vale per entrambe i rami del Parlamento, rendendo di fatto possibile che un partito possa ottenerla in uno solo. Il Senato dovrebbe avere 50 collegi plurinominali, mentre la Camera 100 con capilista bloccati e preferenze. Abolito il criterio del sondaggio per le pluricandidature. Inoltre in caso di pluricandidature verrà assegnato il collegio in cui il partito del candidato avrà ottenuto la percentuale più bassa. Viene estesa, inoltre, la disciplina dell’equilibrio di genere. Ridotto anche il numero di firme necessarie per candidarsi considerato “esageratamente elevato” e modificato il regime delle autentiche. Forza Italia ha ribadito la propria apertura sull’Italicum corretto anche al Senato, menre il Pd vorrebbe un modello più simile a quello tedesco: 50 per cento proporzionale e 50 per centro maggioritario. Favorevoli a discutere la nuova proposta di legge elettorale anche i Cinque stelle, che l’hanno ribattezzata il “Legalicum”.