Un patrimonio storico culturale quello dei castellieri da preservare e tutelare. Sul territorio istro-quarnerino e sul Carso fino a Plezzo ci sarebbero oltre 550 siti archeologici che riportano tracce degli antichi borghi fortificati dell'età del bronzo, oggi più o meno conservati. Grazie al progetto Castelliere (Kaštelir) finanziato dal programma Interreg Slovenia Croazia verranno rivitalizzati i siti preistorici di Corte d'Isola, Štanjel San Daniele del Carso nel comune di Comeno, che è anche lead partner dell'intera iniziativa, Raspo nel comune di Lanischie e Draga di Moschiena.

I partner dell'iniziativa, riunitisi ad Isola, hanno presentato i contenuti del progetto, del valore di un milione 400 mila euro che avrà una durata di 30 mesi e si concluderà nel marzo del 2021. Prodotti turistici transfrontalieri, percorsi tematici, un parco archeologico, centri informativi, festival, conferenze, una guida turistica e una dedicata alla botanica, un ricettario antico, un' applicazione mobile e l'inserimento della via dei castellieri nella lista Unesco tra le finalità del progetto. Vogliamo puntare su un turismo mirato e d'elite ha detto il sindaco di Isola Danilo Markočič, che dia slancio al centro ma anche all'entroterra. Tra i partner presenti a Isola anche i sindaci delle città limitrofi, rappresentanti dei musei, università, parchi naturali e l'assessore all'agricoltura della Regione istriana Ezio Pinzan. (ld)

Foto: Radio Capodistria