Una seduta fiume contrassegnata da numerose interruzioni e armonizzazioni last minute delle documentazioni presentate per l'attuazione del bilancio 2020-2021. Un bilancio da record quello approvato per il 2020 che prevede uscite pari a 10 miliardi e 358 milioni di euro, mentre le entrate dovrebbero ammontare a 10 miliardi e 773 milioni, con una differenza tra entrate e spese di bilanci odi 415 milioni circa. Per il 2021 invece sono previste entrate pari a 11 miliardi e 111 milioni, mentre le spese non dovranno sforare il limite di 10 miliardi e 450 milioni, si avrà pertanto un surplus di bilancio di 656,6 milioni di euro. Le finanziarie sono state appoggiate anche dai deputati italiano al seggio specifico, Felice Žiža e dal collega ungherese. Žiža riferisce che la Comunità Italiana e quella Ungherese apprezzano l'aumento dei mezzi destinati alle attività delle due minoranze. Il deputato al seggio specifico Felice Žiža ci ha detto che: Il bilancio è passato. Il governo ha trovato un altro sostegno ottenendo il numero sufficiente di voti. 49 quelli a favore. Le dinamiche nella strategia del lavoro del governo stanno però cambiando rapidamente. Per il momento si va avanti. Si è riusciti a portare a casa questo risultato per il momento poi ce anche il Consiglio di Stato che in genere ha la tendenza a mettere il veto sia sulla legge del bilancio e sul realizzo del bilancio che sull’accettazione del bilancio preventivo per il 2020-2021. Quindi sicuramente dovremo rivotare in aula tra qualche settimana la proposta.

La minoranza italiana si può ritenere soddisfatta:

Felice Žiža: Noi possiamo dirci soddisfatti, quasi completamente soddisfatti. Con difficoltà potevamo sperare di ottenere di più. Il risultato più importante è in assoluto la stabilizzazione dei quadri dei programmi italiani Radio e Tv Capodistria. Siamo riusciti già questa estate ad assumere a tempo determinato tre giornalisti e due tecnici mentre a gennaio dovrebbero essere assunti con i mezzi dell’Ufficio per le nazionalità tre giornalisti a tempo indeterminato. Questo è un successo molto importante. Anche per i giornalisti dell’Aia di Capodistria siamo riusciti ad ottenere l’adeguamento in due tranche dello stipendio, la prima nel 2020 e la seconda nel 2021. L’adeguamento che non ce stato dal 2015 verrà effettuato con quello degli stipendi del settore pubblico. Abbiamo poi riconfermato il finanziamento della base economica dal 2021 in avanti.

Per quanto riguarda invece il rinnovo del Collegio dei Nobili:

Felice Žiža: Siamo soddisfatti perché siamo riusciti a portare a casa tra il 2020 e il 2021 e inizio 2022, nel nuovo bilancio che verrà approvato, quasi un milione e700 mila euro che non saranno sicuramente sufficenti ma è di fondamentale importanza fare i progetti e ottenere tutta la documentazione e iniziare i lavori. I restanti mezzi verranno concessi dal Ministero preposto negli anni successivi in modo che i lavori vengano conclusi in un tempo relativamente breve.

Quali altri risultati ci riguardano

Felice Žiža: Per la Facoltà di Pedagogia per i due corsi di laurea per gli educatori e insegnanti di classe elementare siamo riusciti ad ottenere la firma di un documento da parte del Ministero dell’Istruzione in modo che con il prossimo anno accademico si parta con la nuova legge accettata nel febbraio del 2018 con il finanziamento quindi di questi corsi. Siamo inoltre riusciti ad ottenere, con la revisione del bilancio per il 2019, l’impiego al 100 per cento del direttore del Carlo Combi che con la nuova proposta del bilancio del 2020 verra’ definitivamente confermato a tempo indeterminato con il gennaio del 2020.

Dionizij Botter

Foto: BoBo