Nell'ambito dell'iniziativa "World Cleenup Day" (il giorno della pulizia mondiale) volontari in tutto il mondo uniranno le proprie forze quest'oggi per pulire il nostro pianeta. In Slovenia, quest'anno, non ci sarà una vera e propria campagna di pulizia, ciononostante numerosi volontari hanno deciso di rimboccarsi le maniche, raccogliere rifiuti e contribuire così al miglioramento delle condizioni dell'ambiente. Tra questi anche il ministro per l'Ambiente, Simon Zajc, che prenderà parte all'operazione di pulizia sul fiume Sava a Šmartno presso Lubiana.
L'iniziativa mondiale World Cleenup Day ha unito l'anno scorso 18 milioni di volontari provenienti da oltre 150 paesi. Si tratta di uno dei maggiori movimenti dei nostri giorni, affermano gli organizzatori, sottolineando che anche quest'anno, per 36 ore consecutive, la Terra verrà ripulita a partire dalla Nuova Zelanda fino alle Hawaii.
Nell'ambito dell'Associazione Ecologisti senza frontiere, in Slovenia i volontari hanno ripulito il Paese già 3 volte: nel 2010, nel 2012 e l'anno scorso, quando oltre 28.000 persone sono riuscite a raccogliere più di 77 tonnellate di rifiuti. Quest'anno, invece di organizzare una campagna di pulizia, gli Ecologisti senza frontiere hanno preferito soffermarsi sul maggiore impegno affinché il Paese resti pulito per sempre. Ciononostante, invitano i singoli individui e le organizzazioni a fare qualcosa di buono per la natura: raccogliere rifiuti, denunciare discariche illegali o effettuare il censimento dei rifiuti in plastica, che si svolge sotto l'egida della rete globale Break Free From Plastic.

E. P.

Foto: BoBo