Una sfida che fa sognare gli appassionati quella che sabato sera (inizio alle 20.30) ospiterà lo Stadio Nereo Rocco di Trieste. I padroni di casa della Triestina, formazione che milita in serie C, ma con la decisa volontà di fare il salto di categoria quest'anno, dopo esserci andata vicina già la passata stagione, affronteranno i campioni d'Italia della Juventus.
Una sorta di "prova generale" per i bianconeri, in vista del debutto nel campionato italiano di serie A di sabato prossimo a Parma, contro la locale compagine. A Trieste però probabilmente non sarà del match l'uomo che tutti attendevano, l'asso portoghese Cristiano Ronaldo, a causa di un lieve affaticamento all'adduttore sinistro. Un'eventuale assenza che non influirà troppo sul numero di spettatori presenti, vista, ovviamente anche la grande curiosità, da parte dei tifosi locali, di vedere all'opera la Triestina costruita quest'anno, che proverà a raggiungere il sogno della serie cadetta.
Pur con l'assenza di CR7 non mancheranno i campioni internazionali da ammirare nella formazione che schiererà Maurizio Sarri, da quest'anno nuovo allenatore dei bianconeri. In difesa è "sfida" per una maglia dal primo minuto tra Bonucci ed il nuovo acquisto De Ligt.
In mezzo al campo invece il dubbio riguarda Emre Can e Khedira, con quest'ultimo che sembra in vantaggio dopo aver cominciato dall'inizio tutti gli ultimi test. Infine, il reparto offensivo, dove a giocarsi una maglia al centro dell'attacco saranno Higuain e Dybala. Per gli argentini potrebbe essere anche l'ultima occasione di indossare la maglia della Juventus, visto che entrambi sono sul mercato.
Nota stonata di quella che dovrebbe essere una festa dello sport sono state le polemiche sollevate sui social da alcuni Ultras rosso-alabardati che hanno sottolineato come per questa sfida si vada verso il tutto esaurito, con tantissimi tifosi occasionali che poi non seguono il cammino della compagine locale ed hanno inoltre sconsigliato la presenza di maglie e gadget della Juventus nella curva Furlan, ovvero il settore dello stadio dedicato appunto ai sostenitori più appassionati della storica squadra biancorossa.

Davide Fifaco

Foto: Reuters