Ha sicuramente ben figurato la Triestina, che quest’anno militerà in serie C con l’obiettivo promozione, contro la blasonata Juventus, pluricampione d’Italia, che si è imposta al Rocco per 1 a 0 con un gol capolavoro dell’argentino Dybala. Una prestazione importante quella della squadra di casa, che nel finale ha per poco fallito il pareggio. Da segnalare, inoltre, anche un rigore parato dal portiere rosso-alabardato Offredi, ancora a Dybala.
Ma a rispondere alla grande non è stata solo la squadra, ma tutta la città, con quasi 20mila persone a riempire lo stadio e soprattutto la curva Stefano Furlan, che per tutto il match ha supportato la Triestina con spettacolari coreografie e cori, per spingere gli uomini di Pavanel.
Insomma, a vincere è stato lo sport, nonostante i timori della vigilia, a causa di qualche piccola polemica sui social tra gli Ultras della Triestina ed i “tifosi occasionali”. Le scaramucce erano iniziate dopo la richiesta dei supporters alabardati di non presentarsi in curva Furlan con maglie e gadget della Juventus, perché come noto, quello è il settore del Rocco dove appunto sono presenti i tifosi della squadra di casa. Alcuni hanno criticato questa presa di posizione, visto il carattere amichevole della sfida e la ovvia disparità di forze in campo, dando quindi inizio ad una serie di commenti piccati da una parte e dall’altra. Alla fine, però, a vincere è stato il buon senso e la curva si è tinta di rosso mentre la maggior parte degli appassionati bianconeri ha occupato gli altri settori dello stadio, facendo sì che la serata diventasse un vero e proprio successo.
Davide Fifaco

Foto: Radio Capodistria