Da qualche anno a questa parte il bilinguismo e la visibilità della lingua italiana in Istria stanno perdendo posizioni, in precedenza guadagnate con aspre battaglie. Il Consiglio della Minoranza nazionale italiana autoctona della Regione Istriana non ci sta e ha intrapreso un'altra iniziativa per far rispettare i diritti acquisiti e sanciti da leggi e statuti. Per la precisione ha messo in atto quanto scaturito nella sua seconda seduta, ossia ha istituito il controllore del bilinguismo. E' l'indirizzo di posta elettronica bilinguismoistriano@gmail.com al quale i connazionali possono segnalare le situazioni della mancata applicazione o applicazione fatta male. Lo ha reso noto in un comunicato, il presidente del Consiglio stesso Gianclaudio Pellizzer che annuncia provvedimenti per far rispettare quanto previsto dagli Statuti della regione nonchè da quelli delle autonomie locali.
Dunque gli italiani sul territorio sono invitati a segnalare i casi di violazione indicando luogo e data e possibilmente allegando foto o altra documentazione. Si può dire che il Consiglio in parola si muove nella stessa direzione del deputato italiano al parlamento sloveno Felice Žiža, anche lui impegnato nella battaglia per il rispetto del bilinguismo.
Intanto a Pola, l'italiano perde posizioni a vantaggio dell'inglese che affianca sempre più il croato, come ad esempio sull'ingresso principale dell'ospedale regionale.

Valmer Cusma

Foto: Radio Capodistria