Ora in onda

CONTENUTO VERBALE

Capodistria: Bloccata la posa di altre due targhe. Il comune presenta denuncia.

06. 12. 2017 13:29


In attesa di un chiarimento bloccata la posa di due nuove targhe. Come confermato dal presidente della Commissione per la toponomastica, Damian Fisher, le due tabelle avrebbero dovuto essere affisse in questi giorni. Una doveva essere messa in Brolo l’altra in Piazzale San Francesco. Prossimanamente dovrebbero arrivare anche le altre targhe commissionate dal comune, che comunque rimarranno nei depositi.

 

Oggi, intanto, il comune ha presentato formale denuncia alla polizia per occultamento di un bene pubblico. Nel testo si rileva che la targa, posta giovedì, sarebbe stata rimossa venerdì scorso tra le 12 e le 17, quindi in pieno giorno. Si attende di poter visionare i filmati della telecamere di sicurezza dell’Università del Litorale piazzata proprio accanto alla tabella.

 

La posa della targa aveva scatenato una ridda di polemiche che hanno assunto tinte da guerra etnica sui social network. Ora l’imperativo sembra essere quello di calmare gli animi, gettare acqua sul fuoco, spiegare il senso dell’iniziativa e trovare consensi.

 

 

 (Foto: www.koper.si)

 

Il vicesindaco di Capodistria Alberto Scheriani in questi giorni è impegnato in un serrato e difficile dialogo con le voci critiche. Prima fra tutti l’Associazione antifascisti combattenti per i valori della lotta di liberazione nazionale che chiede di essere informata e coinvolta.

 

Scheriani, comunque, appare fiducioso e precisa che ora si tratta far capire ai cittadini bene l’iniziativa per consentire che alla fine la posa delle targhe, con i vecchi odonimi, venga accolta in città con un ampio consenso.  

 

Stefano Lusa