Ora in onda

NOUVELLE VAGUE - DANCE WITH ME

Il premier Cerar ha superato indenne la richiesta di impeachment presentata dal partito democratico

11. 01. 2018 08:42


Il premier Cerar ha superato indenne la proposta di impeachment presentata dal partito democratico. 52 i voti contrari alla mozione, 18 quelli favorevoli, dalle file dell'SDS. Il premier doveva difendersi dall'accusa di aver violato costituzione e leggi. La richiesta di impeachment era partita in seguito alla vicenda che ha visto protagonista il profugo siriano Ahmed Shami, raggiunto da un provvedimento di espulsione, confermato anche dai tribunali.

 

Di Dionizij Botter

Dopo il voto, Cerar ha valutato che la denuncia costituzionale era priva di motivazioni valide.
Il premier Miro Cerar si e' difeso dall'accusa di aver violato costituzione e leggi. La richiesta di impeachment e' partita in seguito alla vicenda che ha visto protagonista il profugo siriano Ahmed Shami, raggiunto da un provvedimento di espulsione, confermato anche dai tribunali. Il premier Cerar aveva quindi annunciato l'intenzione di rivedere il caso in base alla legge sugli stranieri che permetterebbe a Shami di ottenere un regolare permesso di soggiorno. Cerar nel suo intervento ha detto che si tratta di mera speculazione politica. Non ho infranto alcuna legge, tantomeno la costituzione. E' un tentativo di screditare me stesso e il governo, ha detto il premier. Questa e' una mossa legata esclusivamente alla campagna elettorale ha detto il capogruppo dell'Smc, Simone Kustec Lipicer, la quale accusa il Partito democratico di diffondere il terrore e l'intolleranza.


Branko Grims del Partito democratico ha detto che il premier ha abusato della sua posizione non attuando il decreto Ministeriale che prevedeva l'espulsione di Shami. Nessuno ha diritto di interferire nelle sentenze emessa da un organo amministrativo. La disposizione ha passato tutte le istanze anche quelle della giustizia. Se poi il premier Cerar si e' permesso di interferire motivato da un falso senso umanitario e' una chiara vilazione della normativa vigente, commettendo chiaramente un reato. Mi sto riferendo al supermanto delle competenze preposte per le quali dve risponedre dinanzi ai tribunali competenti. Secondo me il vaglio costituzionale e la nostra proposta sono giustificate anche dal punto di vista del principio dell'eguaglianza dinanzi alla legge. Ritengo intollerabile che il capo del governo come anche l'esecutivo diano la precedenza ad uno straniero rispetto ai citatdini sloveni.

 

Karl Erjavec leader del Desus e Ministro degli esteri ha invece detto che il Desus  sostiene  l'operato del premier Cerar. Lo proposta d'impeachment e' ingiustificata e non e' lo strumento adeguato per giudicare il lavoro del premier. Cerar ha solamente voluto trovare una soluzione accettabile per il signor Shami nel rispetto dei diritti umani. Sono pero' turbato dallle affermazioni del premier il quale ci accusa sul caso Shami, dicendo che la mancata soluzione e' imputabile al nostro agire. Non e' vero, io ho rifiutato la soluzione proposta perche' era in contrasto con la normativa sugli stranieri, come ero del resto pure contrario all'aumento salariale dei direttori delle aziende pubbliche. Eravamo infatti convinti che lo status da regolare era quello dei vigili del fuoco, infermieri e insegnanti. Tornando al tema ritengo che il premier poteva risolvere la questione facendo riferminto alla legge sugli stranieri. La proposta ci avrebbe trovato tutti d'accordo. Respingo con fermezza queste critiche rivolte nei nostri confronti ma daltrocanto ritengo che sia molto importante che i partiti del centro sinistra siano compatti prima delle elezioni perche ritengo che formeremo un governo simile a quello che abbiamo ora. Insomma non esistono delle motivazioni concrete per l'impeachment al premier. Si tratta solo di un operazione di campagna elettorale.

Dure le accuse del leader dell'SDS, il maggiore partito d'opposizione nei confronti Cerar, Janez Janša ha detto che Cerar si e' definito come un esperto di diritto costituzionale ma in secondo luogo ha fatto di tutto affinche' il suo operato non venisse valutato dalla stessa Corte costituzionale. Il Partito democratico non ha proposto il suo esonero o una mozione di sfiducia ma semplicemente una valutazione costituzionale sul suo operato. La sua iniziativa secondo noi e' illegale e priva di fondamento giuridico e dannoso per la Slovenia. Mi rifersico alla sua decisione di bypassare una sentenza che prevedeva la deportazione di un migrante illegale nel paese vicino, uno stato sicuro come la Croazia. Questa decisione e' chiaramente illegale ma Cerar continua a ritenere il contrario. Mi stupisco proprio per il fatto che si rifiuti di lasciare decidere alla corte Costituzionale. Non capisco i suoi timori, la maggioranza dei giudici del Senato della corte sono di sinistra e sono stati nominata dalla sua coalizione.

Secondo Milan Brglez, Presidente della Camera ed esponente dell'Smc, l'accusa e' del tutto infondata e un ulteriore esempio d'abuso dell'istituto dell'impeachment volto a fare solo campagna ellettorale.

Critico anche il leader del Partito Socialdemocratico, Dejan Židan: Questa accusa costituzionale e' la dimostrazione delle posizioni radicale di un determinato schieramento politico e non ha alcun collegamento con la difficili condizioni di vita del signor Shami. Il premier Cerar gode di tutto il nostro appoggio come del resto la ha sempre quando si parla del bene dei cittadini in questo paese.

 

 

Il  leader di Nuova Slovenia, Ljudmila Novak ha invece precisato che  Nuova Slovenia e' critica nei confronti del lavoro svolto dal premier mi rifersico al caso del migrante syriano, riteniamo che il premier non dovrebbe ingerire nelle decisioni prese dai tribunali. D'altrocanto lo strumento dell'impeachment dovrebbe essere utilizzato quando parliamo di casi ecclatanti e palesi, ma in questo caso la reazione e' stata eccessiva e di conseguenza Nuova Slovenia non ha preso posizione, ha detto la Novak.  Riteniamo che i casi da prendere in esame sono molti altri mi rifersico in particolar modo alla malasanita', dove hanno perso la vita molti bimbi o ai tempi d'attesa eccessivi, per i quali pero' Cerar non ha agito. Il premier dovrebbe occuparsi di queste questioni e lasciare lavorare i tribunali.

 

Duro come al solito anche il deputato dell'SDS, Vinko Gorenak,  Mi chiedo perche il governo che poteva decidere di assegnare la residenza a Shami non ha fatto nulla. Erjavec ha detto che non ci sono le condizioni, Židan pure il Ministro degli interni. Perche' Cerar continua a parlare di cose che non ha portato a termini si comporta come un clown. Il nostro compito da opposizione e' quello di sottolineare gli errori commessi. E il premier Cerar ha commesso un reato, parlo di abuso d'ufficio inquanto ha ostacolato il lavoro del Ministero degli interni.

Miha Kordiš sostiene invece che  non sono certamente i migranti a mettere a rischio le condizioni dei cittadini sloveni, anche quelli meno abbienti. Come non sono loro la causa delle page minime al limite della soglia di poverta', come non e' Shami la causa di scandali quali la Teš 6, ma sono le conseguenze della malapolitca dei precedenti governi e anche di quello attuale. L'esecutivo attuale ha evidentemente preso ad esempio i governi di destra guidati da Janša. L'impeachment non merita nemmeno il mio commento.


Janko Veber storico deputato degli Sd, indipendente pero' da qualche giorno ritiene che il premier ha l'obbligo di considerare l'opinione del Ministro degli interni e rispettare le decisioni dei tribunali. Per quanto riguarda il caso Shami ritengo pero' che non sia di tale entita' di richedere l'impeachment, questo sarebbe piu' appropriato per altre questioni come le iniziative prese dal premiere e dal Minsitro delle finanze di andare a Bruxelles senza la luce verde del parlamento e trattare la vendita della Nlb.