Non sosteniamo il socialismo e tantomeno il capitalismo fuori controllo, l’Nsi si colloca al centro, lo ha affermato il Presidente Matej Tonin ribadendo l’impegno di Nuova Slovenia ad un mercato sostenibile e sociale. Ne nazionalisti, ne favorevoli alla globalizzazione, spiega sempre Tonin annunciando il restyling di Nuova Slovenia. Un partito che sarà sicuramente in grado di unire le persone e non creare inutili divisioni spiega sempre il Presidente di Nuova Slovenia, il quale non nasconde la possibilità di entrare in coalizione nell’attuale compagine di governo Šarec. Una collaborazione a progetto, lo sottolinea Tonin, legge per legge e non vincolata ad un vero e proprio accordo di coalizione, sempre Tonin a riguardo ha ricordato l’iniziativa del leader Sds, Janez Janša il quale aveva nel 2006 invitato tutti gli schieramenti politici a parteciperà attivaemnte in una forma di partnership per lo sviluppo, come l’aveva chiamata Janša. In attesa del congresso di novembre, Tonin ha detto che l’Nsi si colloca sul piano politico Europeo tra i partiti cristiano democratici di centro, ovvero quelli che si collocano tra i socialisti e i liberali e sono fermamente intenzionati a rompere con il passato.

Dionizij Botter

Foto: BoBo