Ora in onda

CONTENUTO VERBALE

Aquilinia: Mitteleuropa

08. 11. 2016 11:43


Un crogiuolo di diverse culture che nel Danubio trovano un comune denominatore. Il marchio di una civiltà Mitteleuropea di cui Trieste è parte integrante. Lo certificano i suoi palazzi e lo dimostrano le proteste di Muggia.

 

Nel Centro europa cresce la paura dei migranti. Da Budapest ad Aquilinia il messaggio è sempre lo stesso: “Non li vogliamo nel giardino di casa nostra”. Si dice che a manifestare siano solo poche persone, manipolate politicamente, a cui si da fin troppo risalto, ma a dirla tutta una città ed un’area che ama decantare il suo multiculturalismo non sembra indignata per quanto sta accadendo.

 

Poche settimane fa una fetta consistente dell’opinione pubblica era insorta per una questione simbolicamente importante, ma tutto sommato effimera, come quella della rimozione dal comune di Trieste dello striscione che chiedeva verità per Giulio Regeni. Ci sono cose per cui ci si mobilita e altre che lasciano indifferenti, quella dei migranti è una di queste.

 

La patata bollente è stata lasciata in mano al sindaco di Muggia, Laura Marzi. A suo fianco non sono scesi opinion leader, intellettuali, attivisti della convivenza, antifascisti di professione. Del resto nella Mitteleuropa nessuno sembra volere avere tra i piedi i rifugiati.

 

 Stefano Lusa

 

@stefanolusa